Pagine

domenica 23 aprile 2017

Luigi Ciccarone, tra surrealismo, astrattismo e cubismo.

Luigi Ciccarone,"La goccia nel deserto", acrilico su tela, cm 100x70.

Luigi Ciccarone
Luigi Ciccarone (Montefalcone nel Sannio, 1965), vive e lavora a Vasto insieme al gemello Giulio. Ha frequentato l’Istituto d’Arte. I suoi primi lavori passano dall’astrattismo al paesaggio e si intravede nelle sue opere l’influenza di due artisti: De Chirico e Magritte. Nella sua poetica l’anima è sempre in lotta, nel tentativo di modificare disperatamente la realtà, per trovare infine temporanee isole di pace. 
La natura nelle sue opere rimane un riferimento costante, spesso un apparire indecifrabile in relazione all’uomo ed al suo vivere attuale che sembra chiedere una soluzione.

Giuseppe Muzii


L'impronta artistica di Luigi Ciccarone è orientata verso una figurazione cubista con sovrapposizione di piani e miscelature cromatiche in un gioco prospettico rilevante, ma in una proiezione che possiamo definire di impeto gestuale dove i colori rappresentano gli elementi cardini e concorrenti ad esaltare l'immaginifico fascino pittorico. Ed è proprio nella "costruzione" di spazio e "colore" che l'impronta cubista assume una funzione dinamica tale da avvalorare la preziosità compositiva.

Giuseppe Catania

  
Per approfondimenti:





Nessun commento:

Posta un commento