Pagine

martedì 11 aprile 2017

Mariella Gualtieri tra pittura e cultura olearia. La raccolta delle olive in città.

Mariella Gualtieri, “Una raccolta di olive a Vasto”, 2015,olio su tela, cm 50x60.

Nata a Pollutri il 13 marzo 1971, Mariella Gualtieri si trasferisce con la sua famiglia a Vasto all'età di dieci anni. Qui continua gli studi e dopo il diploma si iscrive all'Università degli Studi "G. D'Annunzio" a Pescara dove consegue la laurea in Economia e Commercio.
Proviene da una famiglia pollutrese con antiche tradizioni olearie.

Mariella Gualtieri, “Per le strade di New York”, 2015,olio su tela, cm 50x70.
Il suo bisnonno Nicola Mariotti era commerciante di olio d'oliva; l'altro bisnonno Antonio Pennetta continuò l'attività nel frantoio costruito dal trisnonno Donato Cieri nel 1870.
Mariella Gualtieri, “Raccolta di olive a Milano”, 2010,olio su tela, cm 50x60.
In casa l'olio, il frantoio e la raccolta delle olive erano sempre oggetto di conversazione. Parlare dei suoi dipinti è come parlare delle sue tradizioni familiari. Da piccola andava in campagna con i suoi a raccogliere le olive per il consumo familiare; era molto faticoso (così piccole non si finiva mai) e forse per questo se le immaginava grandi come arance.
“Raccolta a Mosca”, 2013,olio su tela, cm 50x70
Inizia così il suo percorso artistico da autodidatta disegnando e dipingendo gli alberi di ulivo.  Ben presto l'immaginazione prese il sopravvento: perché non raccogliere olive in altre parti del mondo?
Nasce così la "Raccolte delle olive a New York". Il suo obiettivo è quello di divulgare attraverso l'arte la cultura dell'olivo, dell'olio d'oliva, in poche parole la cultura di una sana alimentazione non solo negli USA, ma in tutto il mondo.
Mariella Gualtieri, “Raccolta a Berlino”, 2015,olio su tela, cm 50x60.
Attualmente si sta dedicando anche alla cucina abruzzese rappresentando sulle tele i piatti tipici della sua regione e cercando, sul suo blog (http://realfantasy-mariella.blogspot.com/), di descriverli anche dal punto di vista storico. Negli ultimi tempi, dopo numerose richieste, ha approfondito lo studio della pittura ritrattista adottando uno stile realistico-classico realizzando così numerosi ritratti ad olio e a pastello.
Mariella Gualtieri, “Raccolta a Londra”, 2015,olio su tela, cm 50x70.
Di lei hanno parlato su www.frantoionline.it dove i suoi quadri sono in mostra permanente dal 2010 nella sezione "legno e arte". E' stata recensita da un giornale americano www.oliveoiltimes.com che oltre all'intervista che ha rilasciato a una loro corrispondente di Roma, ha anche pubblicato gran parte dei suoi lavori. Consensi ed apprezzamenti non solo in USA ma anche in Francia, Turchia, sul sito web dello chef americano Todd English e su Urban Experience. Un suo dipinto è stato pubblicato anche sulla rivista dei Fratelli Carli (produttori di olio d'oliva dal 1911). Ultimo ma non meno importante, nel 2015, la critica del Dott. Luca Caricato: studioso e critico d'arte, esperto vinciano, noto per il lavoro di ricerca sul codice di Leonardo da Vinci e autore del saggio "Scibile  Invisibile Proibito".

Per approfondimenti:


http://www.pitturiamo.com/it/pittore-contemporaneo/mariella-gualtieri-8269.html

Nessun commento:

Posta un commento